l'associazione

il team
dove siamo stati

dove voleremo

download

contattaci

calendario eventi

i nostri laboratori

noi alle vostre feste

i nostri aquiloni

gonfiabili

progetti&progetti

aquiloni in kit

hanno scritto di noi

ci hanno fotografato

giochi per il vento

errare umanum est

aquiloni nel mondo

homepage

Nome manifestazione Festival di Izmit
Data 01/06/1998
Città Izmit
Nazione Turchia
Note
Sempre pronti alla partenza, la valigia quasi fatta, qualche dollaro per le prime necessità. Sembra una scena da “mani pulite”; ed invece si tratta solo di aquilonisti: dovunque il vento chiami, sempre pronti a partire. E questa volta si tratta veramente di toccata e fuga; tre ore di volo da Milano, Giancarlo Salvador, Andrea Polo degli Aquilosauri ed io, ovviamente. Qualche tempo prima un messaggio trasmesso sulla rete chiedeva collaborazione; qualche fax di troppo, ed eccoci ad Istambul, insieme all’amico Michael Steltzer di Vom Winde Verwhet a Berlino, ed agli olandesi Willy e Cora Van Dorp, con Mark Kramer e Hendrik Verkiel. Si parla di viaggi durante il breve trasferimento verso Izmit, città industriale 80 km a sud di Istambul dove un grande centro commerciale ha organizzato questa festa. Due giorni all’insegna dei bambini, con aquiloni costruiti dal nostro workshop, mentre Andrea collaudava le capacità di pilotaggio di una nostra accompagnatrice, Arzu ovvero Desideria, con un Advance da sette metri: niente male la foga e la resistenza dimostrata. Qualche difficoltà ad adattare un parcheggio in zona di volo, ma alla fine tutti quanti hanno potuto ammirare i nostri oggetti volanti, accompagnati dagli esagoni dei locali, davvero interessanti data la costruzione con materiali di recupero. Una strana nuvola poi nel pomeriggio decide di partecipare alla festa: e ci lava con una quantità di acqua dal cielo mai vista negli ultimi tempi. In breve siamo tutti a mollo, con aquiloni e stecche rotte per il gran vento, ed il team olandese alle prese con il recupero del loro grande delta finito lontano. Ancora un po’ bagnati, le sacche che fanno acqua, torniamo ad Istambul, e la sera finisce con un bel tour notturno verso la Moschea Blu, palazzo animato da indiscutibile karma, lieve nella sua immensità, spirituale nella grandezza delle sue volte color turchese. I ponti sul Bosforo, illuminati, nascondono il colore cupo delle acque, e ci lasciano la voglia di tornare a scoprire questa incantevole città, magari il prossimo anno, per il Festival che si svolge a giugno. Un bel week end; ed ora a casa, pronti per un intermezzo di lavoro prima di una nuova avvventura.
Foto Staff Foto Aquiloni Foto Location
<<zoom>> <<zoom>> <<zoom>>

<<< torna all'elenco