l'associazione

il team
dove siamo stati

dove voleremo

download

contattaci

calendario eventi

i nostri laboratori

noi alle vostre feste

i nostri aquiloni

gonfiabili

progetti&progetti

aquiloni in kit

hanno scritto di noi

ci hanno fotografato

giochi per il vento

errare umanum est

aquiloni nel mondo

homepage

Nome manifestazione XX Vulandra
Data 25/04/1999
Città Ferrara
Nazione Italia
Note
L'articolo pubblicato su Kitetime
Vulandra 99 ovvero venti anni di passione aquilonistica di uno dei gruppi più rappresentativi d’Italia.
Creare un grande festival non è cosa da poco, anche se non sembra così difficile organizzarsi. Quello che è difficile creare è l’atmosfera che si respira in questa manifestazione, alla quale tutti noi siamo legati da un profondo sentimento di amicizia. Il grande prato del parco urbano è stato la meta di più di 250 appassionati, con una forte presenza tedesca, e tre invitati d’onore: Jimmy Sampson, inglese di origine ma che ora vive in Italia, sassofonista jazz ed aquilonista dalla grande sensibilità; il creatore del Circonflex, l’olandese Helmut Shiefer; ed infine il bergamasco Alessandro Guzzetti con tutta la sua serie di originali sculture del vento, che hanno richiamato pubblico e curiosi intorno alle due zone di esposizione. Notevole anche il lavoro di Francesco Innisi, che ha creato una serie di 12 rokkaku da 2,5 metri, con disegni stilizzati di cicogne ed animali tratti da disegni originali cinesi. Costruiti con grande cura e capaci di affrontare qualsiasi vento, sono stati trainati in corsa da dodici volenterosi in una totale bonaccia ed hanno fatto bella mostra di se nel caldissimo pomeriggio di domenica. Poco vento quindi e molte chiacchiere; grande impegno da parte di tutta la Vulandra per mantenere attivo lo spettacolo; il pubblico che passa fra gli stand, inciampa nei fili stesi a terra, ed i bambini con le loro losanghe che si arrotolano sui cavi degli aquiloni in volo. Ma nessuno s’inquieta, è normale, è il nostro gioco, basta un minuto e tutto torna in volo. Il sorriso felice dei bambini, e dei grandi mentre guardano in alto è il più alto riconoscimento per la nostra ansia di costruire forme sempre nuove dai mille colori. Da Lontano Eolo prova a sollevare il “Titti” accanto a “Calimero”; una corsa di traverso sul campo cercando un filo di brezza; poi come lenzuola lanciate dall’alto i grandi soffici si adagiano sulla gente che guarda stupita. Ma il festival non è solo questo; è incontrare amici venuti da lontano e raccontarsi dei propri viaggi, delle proprie costruzioni. I nuovi di questa arte li vedi da lontano: osservano stupiti una forma inusuale, cercando di farsi una idea di come sia costruita, timorosi di avvicinarsi e chiedere. Ed alla fine quando li accogliamo mostrandogli segreti che non esistono, entrano anche loro a far parte del grande circo degli aquiloni, fatto di persone differenti animate dalla stessa passione. Ma il festival non è solo questo; un po’ più tardi, dopo il tramonto, quando tutti i visitatori si sono allontanati ed il parco resta quasi vuoto, lontani da sguardi indiscreti gli aquilonisti di Vulandra si riuniscono la sera del sabato per volare in notturna. Aquiloni come fantasmi con luci o magici riflessi sospesi in una notte dal vento tranquillo. Nessuno più li controlla, e gli aquiloni volano liberi, trattenuti dal filo giocando a nascondino con la luna. L’agitazione della giornata è lontana, e sotto la grande tenda che ci accoglie per la cena possiamo continuare i nostri racconti, i nostri scherzi. Ma basta una musica azzeccata, e tutti si lasciano alle spalle pensieri e chiacchiere per mettersi a ballare, amici e sconosciuti, soltanto con una grande voglia di divertirsi. Una serata memorabile, chi balla, e chi tiene il tempo; Jimmy Segre da il via ed uno staff di improvvisati ballerini si muove in sincronia sulle panche. Tutto questo è Vulandra. Le ore si fanno piccole, ma la stanchezza è solo un ricordo, e l’allegra compagnia si dà l’arrivederci al mattino successivo per stupire ancora un poco i grandi ed i più piccini.
Foto Staff Foto Aquiloni Foto Location

<<< torna all'elenco