l'associazione

il team
dove siamo stati

dove voleremo

download

contattaci

calendario eventi

i nostri laboratori

noi alle vostre feste

i nostri aquiloni

gonfiabili

progetti&progetti

aquiloni in kit

hanno scritto di noi

ci hanno fotografato

giochi per il vento

errare umanum est

aquiloni nel mondo

homepage

Nome manifestazione 11° Fete du Vent 1996
Data 15/09/1996
Città Plage du Prado - Marsiglia
Nazione Francia
Note
Un Festival che si svolge al Prado, un grande parco con il fondo in erba, proprio in riva al mare. Il luogo è davvero interessante e la partecipazione di solito entusiasta. Ma c’è sempre una eccezione: partiamo con la pioggia; arriviamo con il sole. Il vento forte, a raffica, non promette nulla di buono. Troviamo i Gabbiani di Livorno con Francesco Sabbadini; i Microaquilotti di Genova. Finisco di preparare le briglie dell’aquilone costruito per il concorso sul Mediterraneo. Intanto sul campo centrale si alternano Pierre Fabre, i Simmonet, Michel Gressier ed il team indonesiano al completo, fra libellule, farfalle ed aquiloni di foglie. Riescono addirittura a sollevare in cielo un bebean, per qualche istante data la forza non eccessiva del vento. Il pomeriggio trascorre fra chiacchiere ed aquiloni, senza un grande pubblico; ed i nostri amici italiani? Axel ed acrobatici per i più, quadrifoil da sei metriquadri e salti a ripetizione (neanche gli esperti dovrebbero abusarne a parer mio) per il VolaRho, finche un cavo non cede. Si cena sotto la tenda dell’organizzazione, a base di panini e patè; attendiamo tutti lo spettacolo di Michel Truillet, il mago degli effetti di luci e suoni, che deve rinunciare alle sue magie perché l’atmosfera si è fatta nel frattempo troppo elettrica. Un temporale si sta addensando sopra di noi ed i cavi degli aquiloni in aria stanno diventando letteralmente incandescenti. Al primo accenno di scariche elettriche, torniamo tutti a terra precipitosamente. Uno scroscio di pioggia ci spedisce a letto. Il giorno successivo il tempo non migliora. Pian piano ci avviamo verso il field; siamo solo noi aquilonisti, sotto le tende dell’organizzazione, con Jean Pierre Ollive rassegnato alla situazione: mesi di lavoro sciolti da una pioggia insistente. Organizziamo un workshop nella tenda principale, tanto per far passare il tempo. Si parla ancora del prossimo anno; di rivedersi a Cervia, magari con qualcosa di nuovo. Ci chiamano per mangiare, si va presso il centro velico. Ci ritroviamo ancora tutti insieme; ci si scambia l’indirizzo, ed un bicchiere di vino bianco. Dopo aver salutato tutti, poco dopo le due del pomeriggio ripartiamo alla volta dell’Italia, alternando sole e pioggia fino a Milano. Per ora non resta che pensare al prossimo festival ad ottobre.
Foto Staff Foto Aquiloni Foto Location
<<zoom>> <<zoom>> <<zoom>>

<<< torna all'elenco