l'associazione

il team
dove siamo stati

dove voleremo

download

contattaci

calendario eventi

i nostri laboratori

noi alle vostre feste

i nostri aquiloni

gonfiabili

progetti&progetti

aquiloni in kit

hanno scritto di noi

ci hanno fotografato

giochi per il vento

errare umanum est

aquiloni nel mondo

homepage

Nome manifestazione Natur'Ail 2001 Festival di Narbonne
Data 05/06/2001
Città Narbonne Plage
Nazione Francia
Note
Ci stiamo avvicinando rapidamente all'inverno e le occasioni per far volare aquiloni all'aperto sono ormai finite con le belle giornate. Rimangono nella mente le immagini del cielo azzurro e delle spiagge di questa primavera quando armati dei nostri sacchi e della voglia di far volare raggiungevamo spiagge molto lontane pur di sfogare la nostra passione. Vorrei raccontare dell'ultimo viaggio fatto in Francia a Narbonne Plage ridente cittadina quasi ai confini con la Spagna. Già in contatto da tempo con gli organizzatori della manifestazione Muriel e Michel Truillet dell’associazione OK Mistral, incontrati lo scorso anno in Canada per l’Air Canada KiteFest di Toronto organizzato da Don Brownrigde, prepariamo una serie di nuovi aquiloni per partecipare alla manche del trofeo di Francia che si svolgerà durante il weekend; si tratta di una competizione open di aquiloni monofilo basata sia su caratteristiche di volo che sul valore artistico del modello presentato. Già in precedenti edizioni componenti del nostro gruppo avevano ottenuto ottimi risultati con due primi posti e la partecipazione alla finale di Dieppe 2000. Primi di giugno, si prospetta un bellissimo weekend anche se il viaggio sarà piuttosto lungo; l'allegria non manca, stracarichi di materiale siamo pronti a divorare tutte le ostriche disponibili nel villaggio. Il percorso per raggiungere Narbonne ci guida lungo la Costa Azzurra e poi la Camargue; l'ultimo tratto del viaggio ci porta vicini alla zona degli stagni, zone costiere non palustri ma interessanti sia dal punto di vista naturalistico che per gli amanti del kitesurf; infatti le lezioni si tengono all'interno di questi stagni dall'acqua calma e senza onde, ma esposti al forte vento presente ad ogni ora del giorno. Un'ultima salita per raggiungere l'uscita dall'autostrada e poi giù tra vigneti e rocce bianche fino alla grande spiagge di Narbonne. Tutto è pronto per accogliere gli oltre 300 aquilonisti provenienti da ogni parte del mondo convenuti in Francia per un incontro amichevole e appassionante. Qualche nome tanto per dare un'idea: Jos e Katie Valcke dal Belgio, con i loro fantastici soffici a forma di Joker e Clown; dal Canada il “mitico” Ray Bethell con i suoi tre aquiloni in team solitario; dalla Spagna Luis Cardoso; dalla Svizzera Marianne e Udo Kogel; dall’Inghilterra; tanti tanti francesi pronti ad esibirsi in team e con i loro nuovi soggetti, tra questi Sylvie e François Deschizeaux che hanno presentato le loro nuove stelle tridimensionali e che poi incontreremo ancora a fine giugno in Canada a St. Honorè; il nostro gruppo a rappresentare l'Italia composto da Federico Mattioli, Jayne Edwards ed io; ed infine una grande sorpresa, davvero “grande”: dal Canada il nostro amico Yves Laforest con la Manta, aquilone di Peter Lynn di dimensioni davvero mostruose con una lunghezza di oltre 80 metri, una larghezza di 45 metri ed una trazione di oltre dieci tonnellate. Nei giorni successivi questo mostro ha dato prova di se volando ripetutamente ed arrivando a strappare la serie di briglie di uno dei tre punti di ancoraggio a causa del vento davvero forte. Ma andiamo in ordine. Venerdì: accoglienza eccezionale, ospitalità davvero perfetta, tutti gli aquilonisti vengono inseriti all'interno di un villaggio di casette in stile mediterraneo complete di piccolo giardino e di tutto quanto serve per farsi da mangiare in caso di necessità. Disfatti i bagagli e sistemati gli aquiloni ci dedichiamo ad un giro di esplorazione, salutando amici e nuove conoscenze. Poco dopo ci giunge una notizia: la grande manta in volo all’altra estremità della spiaggia, ha strappato le briglie a causa di una variazione della direzione del vento. Un camion si muove per raggiungere la città vicina dove nel centro esposizioni viene allestita una “sala operatoria” molto particolare: gli oltre 3000 metri quadri di tessuto del mostro ferito vengono distesi all'interno della sala e buona parte degli aquilonisti del festival si danno da fare per rimediare alla grande ferita; dovranno essere sostituiti più di 1000 metri di briglie e cuciti di nuovo tutti i rinforzi della vela strappata. Poco dopo li raggiungiamo per offrire il nostro aiuto. Nella “sala operatoria” fra vino, panini ed un piatto di pasta per tutti il lavoro prosegue fino al giorno seguente: finalmente alle 3 del mattino l'operazione è conclusa ed i "chirurghi" si complimento fra loro felici di poter rivedere in volo il gigante. Sabato mattina: ci si ritrova tutti quanti di buon mattino sulla spiaggia; le varie delegazioni vengono disposte presso la piazza centrale, il vento è incostante voliamo poco in mattinata; a mezzogiorno riunione sotto la tenda per il briefing e pranzo veloce; poi ci richiamano ed iniziamo a concorrere per il trofeo di Francia. Gli aquiloni piano piano iniziano ad alzarsi, lungo la spiaggia vediamo i pupazzi di Jos e Katie e li raggiungiamo per fare quattro chiacchiere, ammirando la loro nuova creazione, il Joker. Da lontano vediamo l'ombra della grande Manta alzarsi al traino di una piovra e la lunghissima spiaggia si ferma come incantata ad osservare questo gigante che prende possesso del cielo. Il lavoro si interrompe solo per dar luogo al volo notturno che qui a Narbonne ha una grande tradizione: lo spettacolo organizzato e diretto da Michel Truillet ripercorre l'incontro fra l'uomo ed il mistero; una narrazione intensa ci guida in vari quadri dove aquiloni di ogni foggia si incontrano nel segno della pace. Particolarmente emozionante il saluto ad un ragazzo dell'equipe organizzatrice scomparso da poco ed il cui ricordo viene lanciato verso le stelle dal cuore di tutti. Si conclude la serata con l'esibizione del megateam composto da oltre venticinque piloti, che cercano di controllare i loro attrezzi nel forte vento a raffica salito durante la serata. Nuovo giorno: il sole splende ormai sulla spiaggia e gli aquilone salgono lentamente nel vento leggero di questa domenica: i nostri jenki fanno bella mostra di se volando e tutti gli aquilonisti si danno un gran daffare per animare il festival. Il vento sale e poco a poco tutta la spiaggia si sveglia fra ruote giganti, stelle tridimensionali, acrobatici, team e tutti i soffici disponibili nelle sacche degli appassionati. Iniziano a salire anche i nostri delta dalle lunghe code ed il cielo davvero diventa vivo, mentre tutti gli occhi degli spettatori sono rivolti verso l'alto. Nel pomeriggio arrivano i risultati del trofeo di Francia; si inizia come sempre dal fondo, mostrando al pubblico i soggetti in gara. Non veniamo ancora chiamati, ed arrivati al quarto posto temiamo di essere stati esclusi; ma non è così, il sorriso di un amico giudice ci fa immaginare l'impossibile: ed in effetti al terzo posto viene premiata Jayne Edwards con il suo esagono australiano; al secondo io con un soggetto tratto dal dipinto di Picasso "La donna dal cappello blu"; ed il primo posto premia il nostro Federico Mattioli con “L’insetto del terzo millennio”, ovviamente una delle sue incredibili miniature. Ancora un momento di grande emozione ci accompagna allorché la grande playsail (vela da gioco ndr) di Ok Mistral chiamata l”L’affresco del Terzo Millennio” sale lentamente nel cielo: costruita da oltre 300 partecipanti ad un work shop presenta una superficie di oltre 400 mq. La giornata si è davvero conclusa bene sulla spiaggia francese, ogni nostro aquilone in volo, amici ritrovati, colori stupendi, un bel risultato nel trofeo ed una vacanza perfetta da organizzare per il prossimo anno. Un grazie di cuore a Muriel e Michel Truillet ed a tutti i componenti dell'Associazione OK Mistral per averci dato la possibilità di partecipare a questa manifestazione, ed un arrivederci al prossimo anno sempre sulla bianca spiaggia di Narbonne
Foto Staff Foto Aquiloni Foto Location
<<zoom>> <<zoom>> <<zoom>>

<<< torna all'elenco